Indipendenza Scozia: possibile un nuovo referendum?

La premier scozzese ha già chiesto i poteri per indire un referendum vincolante sull’indipendenza.

Il voto del 12 dicembre e la netta vittoria di Boris Johnson potrebbero scatenare una serie di eventi politici in Gran Bretagna, tra cui un secondo referendum per l’indipendenza della Scozia.
Se la Brexit entro il 31 gennaio è quasi ormai una certezza, dalle urne è uscito anche un altro partito nettamente vincitore: lo Scottish National Party, da sempre per l’indipendenza da Londra e favorevole all’Unione Europea.
Il primo ministro Nicola Sturgeon sarebbe intenzionata a riproporre la possibilità di un nuovo referendum sull’indipendenza di Edimburgo dalla Gran Bretagna.
Lo Scottish National Party ha conquistato 48 dei 59 seggi al parlamento scozzese, e i suoi elettori sono a favore della permanenza della Scozia nell’Unione Europea.
Nel 2016, al referendum che vide contrapposta la Brexit ail Remain, in Scozia i due terzi dei votanti sostennero la permanenza nell’Unione Europea.
La premier scozzese ha già chiesto i poteri per indire un referendum vincolante sull’indipendenza.
La premier Sturgeon ha anche scritto al collega Johnson una lunga lettera per affermare come la vittoria del suo partito conferisca al parlamento scozzese i pieni poteri di indire un nuovo referendum, grazie al capitolo 30 dello Scotland Act del 1998 sull’autonomia.
Il partito indipendentista scozzese ha anche redatto un documento di 38 pagine per ottenere da Londra maggiori poteri e una riforma dello statuto, per votare il prossimo anno.
Nell’ultimo referendum sull’indipendenza, gli scozzesi decisero, per pochi voti, di restare legati a Londra, ma ora, con la vittoria netta di Johnson, gli scozzesi potrebbero cambiare idea, se si votasse di nuovo.
Il premier Johnson non vorrebbe nemmeno discutere la questione e ha già risposto negativamente alla sua collega.
Ma Edinburgo non si arrenderà facilmente, e la premier ha invitato il premier inglese a non farsi illusioni: continuerà a proporre l’indipendenza, perché la Scozia non è intenzionata a lasciar decidere a Londra il proprio futuro.
I sondaggi prima del voto del 12 dicembre davano un eventuale sì all’indipendenza scozzese al 48%. La vittoria di Johnson, ancor più netta delle previsioni, potrebbe spostare l’ago della bilancia verso una maggioranza ampia per la separazione con Londra.

Clicca qui e scarica la nostra app https://telelondra.uk/App puoi vedere gratuitamente tutte le puntate precedenti

Ricorda che ci puoi vedere anche sulle smart tv SAMSUNG

Abbiamo anche una pagina Facebook: https://www.facebook.com/telelondra/

Oppure seguici sul nostro sito telelondra.uk

TELELONDRA il primo canale televisivo degli italiani in UK

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here