COVID PORTERÀ A DISAGI PSCIOLOGICI COME IN GUERRA

La conseguenza psicologica dei lockdown è stata uno degli argomenti contro le chiusure, e secondo James, non andrebbe ignorata, nella lotta contro il virus.

C’è grande preoccupazione nel mondo della psichiatria per le conseguenze della pandemia.
Il presidente del Royal College of Psychiatrists, Adrian James, lancia l’allarme.

La pandemia potrebbe portare alla più grande ondata di disagi psicologici dai tempi della Seconda Guerra mondiale.
I dati del Centre for Mental Health stimano in 10 milioni, di cui 1,5 milioni di bambini, le persone che potrebbero aver bisogno di supporto psicologico, mentre è record dell’uso di antidepressivi.

Secondo il Guardian, sono 6 milioni i britannici che sono ricorsi alle pillole, per combattere la depressione, quest’estate, mentre i lockdown hanno tagliato la possibilità di ricorrere all’assistenza psicologica per chi ne ha necessità.
L’accesso al supporto psicologico è crollato infatti del 28%, durante la pandemia.

Il rischio, secondo Lucy Shonegevel, direttore della charity Rethink che si occupa di malattie mentali, è che molti prendano le pillole antidepressiva senza il dovuto supporto psicologico, con il rischio di dipendenza.

Le liste di attesa per un consulto psicologico arrivano fino a 18 mesi, ma intanto i medici di base stanno prescrivendo antidepressivi a chi accusa problemi psicologici.

E le richieste sono notevolmente aumentate, afferma il vicedirettore del Royal College of GPs, Gary Howsam, con casi di autolesionismo e istinti suicidi.

Il presidente del Royal College of Psychiatrists chiede un piano del Governo che affronti il tema dei disagi psicologici dovuti al virus.
“Il virus” – afferma il presidente James – “avrà profondi effetti sulla salute mentale, e probabilmente avremo l’impatto più grande sulla psiche dai tempi della seconda guerra mondiale, che non si fermerà a fine pandemia, ma avrà conseguenze a lungo termine.”

Secondo NHS, molti ospedali hanno raggiunto la capacità massima di ricoveri nei reparti per le malattie mentali, e le richieste non sono mai state così alte, con gli psichiatri sotto pressione.

Sono 1,8 milioni i britannici che hanno chiesto aiuto per stati di ansia e depressione moderata e severa, e altre 1,3 milioni di persone in più, che non avevano mai avuto disturbi, sono ricorse al trattamento terapeutico per gli stessi problemi.

La conseguenza psicologica dei lockdown è stata uno degli argomenti contro le chiusure, e secondo James, non andrebbe ignorata, nella lotta contro il virus.

Clicca qui e scarica la nostra app https://telelondra.uk/App puoi vedere gratuitamente tutte le puntate precedenti

Ricorda che ci puoi vedere anche sulle smart tv SAMSUNG

Abbiamo anche una pagina Facebook: https://www.facebook.com/telelondra/

Oppure seguici sul nostro sito telelondra.uk

TELELONDRA il primo canale televisivo degli italiani in UK

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here