Chi lavora in smart working pagherà più tasse?

Una possibilità non remota, visto il massiccio impiego di risorse pubbliche che tutti gli Stati hanno messo nella crisi.

Per il momento si tratta soltanto di uno studio della Deutsche Bank, ma in futuro, chi lavora in smart working, potrebbe pagare più tasse.

La suggestione arriva dalla considerazione che il mondo ormai ha svoltato verso il lavoro in remoto, che permette di risparmiare viaggi e pranzi rispetto all’ufficio, ma che sta creando anche disoccupazione.

Così, gli economisti della banca tedesca, suggeriscono di tassare ogni giorno di lavoro in smart working del 5%, e usare i fondi raccolti per aiutare i lavoratori con basso reddito che non possono lavorare da casa.

Secondo lo studio, il Regno Unito avrebbe da questa tassazione 7 miliardi di fondi aggiuntivi, la Germania quasi 18 e gli Stati Uniti ben 37 miliardi di sterline.

Una raccolta fiscale che dovrebbe essere usata per i più deboli, ma che potrebbe invece semplicemente sopperire alla diminuzione delle entrate dovuta alla disoccupazione emergente, in quei settori che prima vivevano grazie proprio agli impiegati d’ufficio, come la ristorazione o le pulizie.

Non saranno dunque solo i camerieri, i cuochi e chi puliva gli uffici, a pagare la crisi, ma forse anche quegli impiegati in smart working, che pensavano di essersi salvati dalla rivoluzione del mercato del lavoro.

Una possibilità non remota, visto il massiccio impiego di risorse pubbliche che tutti gli Stati hanno messo nella crisi.

Questa puntata è offerta da Fattoria DonnaTina – la spesa online direttamente a casa tua. Clicca qui per acquistare https://www.donnatinastore.com

Clicca qui e scarica la nostra app https://telelondra.uk/App puoi vedere gratuitamente tutte le puntate precedenti

Ricorda che ci puoi vedere anche sulle smart tv SAMSUNG

Abbiamo anche una pagina Facebook: https://www.facebook.com/telelondra/

Oppure seguici sul nostro sito telelondra.uk

TELELONDRA il primo canale televisivo degli italiani in UK

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here