Violenza sulle donne: sondaggio shock

Un sondaggio dell’Istat descrive una mentalità del tutto opposta a quella che ci si aspetterebbe su un tema così delicato e di attualità.

Un sondaggio dell’Istat che riguarda la violenza sulle donne sta scioccando l’opinione pubblica, perché i risultati sono non solo allarmanti, ma addirittura sconcertanti.
Da questo sondaggio intitolato “Gli stereotipi sui ruoli di genere e l’immagine sociale della violenza sessuale”, emerge infatti una mentalità del tutto opposta a quella che ci si aspetterebbe su un tema così delicato e di attualità.
Il 39,9% degli intervistati si è detto convinto che una donna sia in grado di evitare un rapporto sessuale se non consenziente mentre il 23,9% pensa addirittura che l’abbigliamento femminile possa provocare la violenza.
Il 6,2% ritiene che solo le donne di dubbia moralità siano violentate, mentre quelle serie non possano subire violenza, mentre per il 7,4% è ammesso qualche schiaffo se la propria ragazza flirta con un altro.
Per il 18% è ammesso il controllo dei messaggi sui social e sul telefono della compagna, mentre l’1,9% non trova nulla di strano a costringere la propria compagna ad un rapporto sessuale.
Il 63,7% pensa che la causa sia in esperienze violente vissute in famiglia durante l’infanzia.
Il 64,5% ritiene giusto denunciare il violentatore e, se questo è un compagno, di lasciarlo, per il 33,2%.
Il 20,4% consiglia i centri antiviolenza e il 18,2% i professionisti del settore, come psicologi e avvocati.

Il sondaggio ha messo in allarme la politica, a partire dal Presidente della Repubblica, che mantiene alta l’attenzione sul fenomeno:
“Sminuire il valore di una donna e non riconoscerne i meriti nella vita pubblica e privata, attraverso linguaggi non appropriati e atti di deliberata discriminazione, rappresentano fattori in grado di alimentare un clima di violenza. Molto resta ancora da fare. Ogni donna deve sentire le istituzioni vicine”.
Anche il premier Giuseppe Conte è voluto intervenire sul sondaggio:
“Abbiamo approvato norme, sbloccato fondi, avviato confronti: la violenza contro le donne rimane un’emergenza. Lavoriamo per una svolta culturale, che parta dai giovani”.
Per il presidente della Commissione d’inchiesta sul femminicidio, senatrice Valeria Valente:
“La violenza resta il retaggio più becero di una cultura patriarcale e maschilista nonostante gli enormi passi avanti fatti dal punto di vista normativo”.
Anche i dati mondiali sono allarmanti. Secondo alcuni sondaggi, un terzo delle donne ha subito violenze, psicologiche o fisiche, mentre in Francia sono stati stanziati 360 milioni di euro per la lotta al femminicidio.

Clicca qui e scarica la nostra app https://telelondra.uk/App puoi vedere gratuitamente tutte le puntate precedenti

Ricorda che ci puoi vedere anche sulle smart tv SAMSUNG

Abbiamo anche una pagina Facebook
Oppure seguici sul nostro sito telelondra.uk

TELELONDRA il primo canale televisivo degli italiani in UK

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here