Vaticano: scandalo immobiliare a Londra

Il Vaticano avrebbe investito centinaia di milioni di euro nella capitale britannica, ma ci sarebbe un “forte sospetto di corruzione” nelle azioni dei cinque funzionari indagati.

Due mesi fa scoppiava lo scandalo immobiliare di Londra in Vaticano. Adesso il Papa ha personalmente autorizzato le perquisizioni negli uffici degli inquisiti, tra cui il Direttore dell’Autorità antiriciclaggio della Santa Sede (AIF), che è stato allontanato dal suo incarico.
Il Vaticano avrebbe investito centinaia di milioni di euro nella capitale britannica, ma ci sarebbe un “forte sospetto di corruzione” nelle azioni dei cinque funzionari indagati.
Gran parte del Consiglio dell’Authority dell’antiriciclaggio della Santa Sede si è dimesso in seguito allo scandalo, mentre Papa Francesco ha parlato dell’indagine con i giornalisti, al suo ritorno dal viaggio di Tokyo.
“La buona amministrazione non è ricevere la somma dell’Obolo di San Pietro per metterla nel cassetto”. “No, questa è una cattiva amministrazione. Piuttosto, occorre cercare “di fare un investimento”.
“Con l’immobile di Londra sembra abbiano fatto cose non pulite. Ma per la prima volta la denuncia non è venuta da fuori, bensì da dentro il Vaticano: è la prima volta che la pentola l’abbiamo scoperchiata noi. Ho autorizzato io le perquisizioni. Il Revisore dei conti è venuto da me e mi ha detto: ‘Qui c’è qualcosa che non va’. La risposta del Papa è stata: ‘C’è la magistratura vaticana, vai e denuncia’. Quando c’è stata la richiesta per le perquisizioni, ho chiesto: ‘È chiara la cosa?’. ‘Si, si, c’è una presunzione di corruzione, devo fare le perquisizioni’. Così ho dato il permesso”.

Clicca qui e scarica la nostra app https://telelondra.uk/App puoi vedere gratuitamente tutte le puntate precedenti

Ricorda che ci puoi vedere anche sulle smart tv SAMSUNG

Abbiamo anche una pagina Facebook: https://www.facebook.com/telelondra/
Oppure seguici sul nostro sito telelondra.uk

TELELONDRA il primo canale televisivo degli italiani in UK

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here